lunedì 23 giugno 2014

Recensione: Cercando Alaska di John Green

Ciao a tutti! Prima di entrare nel vivo della recensione volevo farvi una sorpresina. Come vedete ho scelto di illustrare Cercando Alaska con la sua prima copertina italiana, l'introvabilissima edizione Superpocket data alle stampe nel 2009. Ebbene con non poca fatica e qualche vano messaggio sui social network, alla fine sono venuta a conoscenza dell'unico sito che vende questa agognata edizione.
La libreria La Bancarella ha sede a Genova e dal 1992 si proclama leader nella vendita di libri per corrispondenza scontati fino al 50%. È una manna dal cielo per tutti i lettori e chiunque sia a caccia di titoli fuori catalogo (esempio, state cercando "La notte e il giorno" di Wally Lamb? Perfetto, potete ordinarlo qui!), ed è in questo sito che la mia caccia si è felicemente conclusa.
Cercando Alaska è ancora scontato del 34% quindi venduto a *udite udite* € 3,90. È un tascabile ma il carattere è perfettamente leggibile, il mio consiglio è quello di non lasciarsi sfuggire l'occasione!
Tutti qui: 


Titolo: Cercando Alaska
Autore: John Green
Editore: R.L. Libri
Anno di pubblicazione: 2005
Genere: Romanzo
Pagine: 349
Prezzo: € 5,90
Miles Halter ha sedici anni e sente di non aver ancora veramente vissuto. Assetato di esperienze lascia il tranquillo nido familiare per cercare il suo Grande Forse a Culver Creek, un prestigioso liceo in Alabama. E qui la sua vita prenderà finalmente un altro passo. Culver Creek sarà il luogo di tutte le cose possibili. E di tutte le prime volte. È lì che conosce Alaska Young. Brillante, spiritosa, imprevedibile, intelligente e spavalda, sexy quanto lo si può essere, per Miles diventa un pensiero fisso, una magnifica ossessione e un enigma. Lei lo attira nel suo mondo, lo lancia nel Grande Forse, e gli ruba il cuore. Poi... niente sarà più come prima.

Recensione: "Non puoi diventarmi così necessaria e poi morire, Alaska, perchè ora io non sono più quello di prima, irrimediabilmente".
La narrazione del giovane Miles si caratterizza con un conto alla rovescia. Prima, abbiamo un impacciato e solitario adolescente appassionato di ultime parole famose che va alla ricerca del proprio Grande Forse iscrivendosi al medesimo liceo frequentato in gioventù da suo padre. Dopo, uno studente uscito dal suo bozzolo di insicurezze, indeciso se odiare o continuare ad amare la ragazza che lo ha condotto nel Grande Forse. Nel mezzo, un evento che porta via con sé la chiave che ha permesso al meccanismo finalmente di scattare. Una chiave di nome Alaska, "ciò contro cui si infrange il mare" in lingua aleutina.
Alaska è bella, colta, spigliata, femminista convinta e tremendamente lunatica. Affascinando ogni studente dell'istituto dissimula un'immensa tristezza di fondo sporcandola di alcol e sigarette, un fiume di parole che, quando rivela di sé, proferisce il minimo sindacale. Non è semplice restarle accanto ma il suo magnetismo è irresistibile. La sua offerta di amicizia, insieme a quella del compagno di stanza Chip marchierà per sempre l'esistenza di Miles.
John Green pubblica il suo romanzo d'esordio a ventisette anni, giovane adulto come il genere dei suoi lavori, scegliendo di trattare del solo quesito cui l'uomo non sa dare risposta: la vita, la morte e la forza che tiene unite queste entità.
Culver Creek raduna una piccola combriccola di giovani molto maturi per la loro età, delle menti capaci di scherzi goliardici come di trovare conforto nella letteratura. Le citazioni sparse qua e là all'interno sono deliziose. Verrà spontaneo prendere in prestito l'idea da uno di questi romanzi perchè il racconto di Miles inizi a delinearsi e devi dalla semplice etichetta di narrativa per ragazzi. Il messaggio di questo libro cupo e melanconico, come la filosofia della stessa Alaska, ruota attraverso il labirinto che ci accompagnerà alla fine dei nostri giorni. Cosa c'è all'interno di esso e come attraversarlo senza farsi male? Continuando a vivere oppure morendo?
L'uomo vuole avere delle certezze. Non riesce a sopportare l'idea che la morte sia un nero e immenso nulla, il pensiero che i suoi cari non esistano più, e tanto meno può immaginare se stesso come non esistente. Conclusi affermando che l'uomo crede nell'aldilà perché non ha la forza di non crederci.
L'uragano Alaska se ne va una notte di gennaio vittima di un incidente d'auto, lasciando ai suoi amici questo ed altri dubbi oltre che tanto dolore avvertito anche dal lettore meno sensibile. Dietro alle bravate di ragazzi che bevono e fumano non ci sono desideri di ribellione ma rabbia e sofferenza che raggiungono l'apice con la morte di una cara amica nel fiore degli anni, un tragico evento giunto nel pieno del passaggio da infanzia ad età adulta. Un prima e un dopo Alaska che si fa sentire, ci fa diventare grandi stappandoci il nostro perdono nei suoi confronti.
Cercando Alaska parla di vita e di morte viste con gli occhi degli adolescenti, utilizzando il loro linguaggio prima scurrile poi infinitamente dolce, rivelandosi ottimo in ogni fascia d'età provvista però di un'apertura mentale più grande di una fessura.
Il fenomeno John Green si rivela tutt'altro che immotivato anche nella sua opera prima, sa scuotere l'anima come pochi contemporanei (tra le cento persone più influenti al mondo nel 2014 secondo Time), mettendo su carta tematiche difficili articolandole in parole di facile comprensione e mai sgradevoli.
Il secondo a firma Green che leggo l'ho trovato forse non ancora pronto per la stampa, un po' acerbo e seppur a suo modo simpatico non mi ha coinvolto quanto avrei voluto, preferendogli Colpa delle stelle. Ma se aveste ancora dubbi non esitate e leggetelo.

mercoledì 18 giugno 2014

Books Swap


Books Swap ossia scambio di libri, nasce da un'iniziativa piuttosto comune in rete e tra blogger in particolare il cui scopo è condividere passioni e rafforzare i legami virtuali scambiandosi pensieri e regali. Lo scambio incentrato sui libri è invece un'idea di Muriomu, che ha pensato di sfruttarlo per conoscere libri che altrimenti non avrebbe mai preso in considerazione, e viceversa consigliarne ad altri (che scambio sarebbe altrimenti?).
Troverete una spiegazione più dettagliata direttamente al post di Muriomu, ma se mi è concesso riporto le regole dello scambio:

1) Inserire nel vostro blog il banner dell'iniziativa (lo trovate nel post di Muriomu, in fondo)
2) Scegliere la persona con cui effettuare lo scambio
3) Scegliere il libro da inviare (in versione cartacea o ebook)
4) Inviarlo e riceverne un altro in cambio
5) Leggerlo e recensirlo sul vostro blog, indicando che lo avete ricevuto tramite questa iniziativa

Al momento non mi è possibile scambiare cartacei, la lista che segue dunque è di soli ebook che ho letto e avrei piacere di scambiare con qualcuno di voi:

- Salvare Mozart di Raphaël Jerusalmy
- I gatti di Nizamuddin di Nilanjana Roy
- Quando il primo amore uccide di Barbara Samson
- Neve di Maxence Fermine
- Nessuno sa di noi di Simona Sparaco
- L'albero di Halloween di Ray Bradbury
- Il dio femmina stuprato nel bosco di Stefano Marcelli
- Wintergirls di Laurie Halse Anderson
- Se per un anno una lettrice di Nina Sankovitch
- Lui è tornato di Timur Vermes

Bell'idea vero? Non siate timidi, so che i vostri e-reader non ne hanno mai abbastanza di libri nuovi, per cui se siete interessati ad uno scambio non esitate a farmelo sapere!

lunedì 16 giugno 2014

Segnalazione: 2 mogli, 2 mariti e 1 lampadario di Antonio Scotto di Carlo

Buongiorno gente! Da oggi mi muovo anch'io nel segnalare romanzi di autori esordienti sperando di fare cosa gradita a voi e a loro, e che non sia soprattutto un caso isolato.
Antonio Scotto di Carlo mi ha contattata su aNobii (se vi sono sfuggita sono QUI) proponendomi la visione del booktrailer di questo romanzo dal titolo accattivante e originale, così ho pensato di elargire la sua fatica. Eccovi la scheda:

Titolo: 2 mogli, 2 mariti e 1 lampadario
Autore: Antonio Scotto di Carlo
Editore: Edizioni Youcanprint
Anno di pubblicazione: 2014
Genere: Romanzo
Pagine: 370
Prezzo: cartaceo € 19,00 / ebook € 2,68
"2 Mogli, 2 Mariti e 1 Lampadario" è un 'romanzo-allegoria' del nostro bisogno di desiderare. È desiderando cose e persone che ci sentiamo vivi. E non ci basta mai. A volte ce ne vergogniamo e proviamo ad accontentarci di quello che già abbiamo, ma ci sentiamo come spenti se paragoniamo questo stato d'animo a quello che ci anima quando vogliamo qualcosa. Desideri o capricci che siano, è quella sensazione che stimola la nostra passione per la vita.
Barbara, volubile e avvenente, è anche una tenera mamma. Alessio, suo marito, uno psicologo di successo.
Glenda, ingenua e timida, è la regina delle casalinghe. Amedeo, suo marito, uno stimato avvocato.
Le due coppie vivono il sesso in maniera opposta.
Gli uomini si chiedono cosa c'è in fondo al cuore di una donna. Le donne vorrebbero tanto capire come pensano veramente gli uomini. Entrambi se ne fanno un'idea in base a quello che viene loro mostrato. Ma c'è molto di più.
Osservando questi personaggi, spiandoli fin sotto le lenzuola, intrufolandosi nelle loro menti e soggiornando nei loro cuori, i mondi femminile e maschile diventano una cruda, meravigliosa e fragile vetrina di sentimenti. E quando la giovane e passionale Sonia irrompe nelle loro vite...
Un vero e proprio film proiettato sulle pagine di un libro in un gioco di prospettive con cui i personaggi, a turno, sfidano l'innata umana insoddisfazione.
Il booktrailer:

Il blog del romanzo
Leggi un'anteprima (click sulla copertina)
Come saprete i romanzi rosa non sono esattamente i miei favoriti ma il booktrailer è intrigante e l'autore è stato gentile, non mancherò di leggere l'estratto. Voi che ne pensate, siete interessati?

martedì 10 giugno 2014

Recensione: Sotto scacco di Claudia Pintus

Nella mia lista dei desideri per l'iniziativa Sotto l'albero di Natale figurava il ricevere il libro di uno scrittore, affermato o emergente non aveva importanza, per poterlo leggere e recensire sul blog. Sono stata accontentata, ed ecco quest'oggi con un incredibile ritardo la mia opinione sull'opera prima della giovane Claudia Pintus.


Titolo: Sotto scacco
Autore: Claudia Pintus
Editore: La Riflessione - Davide Zedda Editore
Anno di pubblicazione: 2011
Genere: Romanzo
Pagine: 101
Prezzo: € 12,00
È possibile vivere liberamente i propri sentimenti e realizzare i propri progetti o bisogna affrancarsi dall'illusione e rassegnarsi al fatto che il proprio destino sia segnato dalle convenzioni sociali? Con ciò si trovano a dover fare i conti Aziz e Federica, due giovani egiziani che, nel difficile transito dall'infanzia all'adolescenza, si accorgeranno drammaticamente che troppo spesso il proprio cammino è segnato dalle scelte degli altri.
Impareranno che nella vita, come nel gioco degli scacchi, servono abilità, scaltrezza e un pizzico di azzardo. I due protagonisti mostreranno di possedere intuito, tenacia e la giusta sfrontatezza. Ma si accorgeranno che la libertà ha un prezzo e che, per poterne respirare il profumo, servirà una buona dose di coraggio.
Recensione: La prima cosa che colpisce è l'io narrante maschile, scelta abbastanza insolita dato che a quanto mi è parso lo scrivente è quasi sempre del sesso dell'autore. Scelta non vincente, il nostro Aziz non ha personalità e caratterizzazioni di maschio adolescente veramente ai minimi termini (chi di voi ha mai sentito un ragazzo lamentarsi del dolore ai piedi?), è insomma fortemente stereotipato ed è assente l'intera psiche maschile, che prevederebbe almeno la nascita dell'istinto sessuale. Invece Aziz è soltanto, semplicemente innamorato. Un'altra incongruenza, in un Paese di credo musulmano, è la presenza di alcolici: per i fedeli è proibito sia il consumo che l'acquisto e persino toccare i contenitori (bottiglie, bicchieri eccetera). Alla festa dell'appena quattordicenne Federica tutto questo è assolutamente ribaltato, e lei arriva persino ad ubriacarsi. Spezziamo una lancia sulle sue mezze origini italiane, ma la location del suo compleanno è in Egitto e una tale violazione delle scritture non accadrà né ora né mai. Anche se ormai assistiamo al consumo di alcol che non guarda religione o colore della pelle, i conservatori permangono e la figlia dell'ambasciatore che presto partirà per frequentare una prestigiosa scuola londinese non si attiene in alcuna maniera ai costumi e allo stile di vita di un'egiziana per giunta ricca. Mancano le basi per rendere il tutto se non credibile almeno non fuori da questo sistema solare!
Qualcosa che si apprezza però c'è, e sono il gioco degli scacchi e Londra. L'autrice ha sicuramente visitato la città inglese e i suoi ricordi di cibi e attrazioni vengono riportati nel libro come una voce amica che ci guida alla scoperta, infondendo curiosità agli ancora pochi che a Londra non vi hanno mai messo piede (sì, ci sono anche io).
Gli scacchi devono essere una sua passione, non si ferma ai soli colori della scacchiera ma è preparata sulle regole, che sì sono recuperabili tranquillamente sul web ma si percepisce che non è a digiuno sull'argomento e ci ha giocato almeno una volta.
Veniamo ora alla storia tra Aziz e Federica, il cui sentimento è il medesimo da entrambe le parti anche se non se lo sono mai confessato apertamente. Siccome parlano e si comportano come normali ragazzi occidentali, l'ambientazione esotica dell'Egitto non sembra altro che una meta scelta come luogo di vacanza. I due non somigliano a degli egiziani, nessuno pretende di conoscere per filo e per segno una cultura diversa dalla propria ma un minimo approfondimento era necessario.
Federica, già sposa promessa ma disinibita, come Aziz ignora le leggi, come possono non sapere che il sesso prematrimoniale è visto come fornicazione ed è punito con cento frustate? Il Corano è trasparente in proposito:
- Flagellate la fornicatrice e il fornicatore, ciascuno con cento colpi di frusta e non vi impietosite [nell'applicazione] della Religione di Allah, se credete in Lui e nell'Ultimo Giorno, e che un gruppo di credenti sia presente alla punizione.  
- Il fornicatore non sposerà altri che una fornicatrice o una associatrice. E la fornicatrice non sposerà altri che un fornicatore o un associatore, poiché ciò è interdetto ai credenti. 
Insomma senza gli stereotipi del caso e maggiormente organizzata dal punto di vista intellettuale e culturale, la storia poteva essere carina. Fa sempre piacere in fondo che due anime innamorate possano stare insieme e suggellare il loro sogno d'amore. Ma ahimè le illogicità illustrate sopra non fanno altro che mettere la storia d'amore in secondo piano e rendere il tutto un'opera acerba, narrata con troppo candore per essere figlia di una studentessa di liceo classico.
Claudia, non tutto è da buttare e le buone intenzioni non ti mancano, ma studia! ;)

venerdì 6 giugno 2014

Consoliamoci con le ristampe italiane dei libri di John Green

Ragazzi, ragazze, estimatori di John Green di tutte le età! Se per la trasposizione cinematografica di Colpa delle stelle ci hanno costretti ad attendere i primi giorni di settembre, ancora cinque e finalmente potremo regalarci gli altri suoi libri al più accessibile prezzo di € 14 (8 se preferite il formato ebook), mentre Colpa delle stelle non subirà variazioni di costo e sarà venduto quindi a € 16.
Se non vado errato manca soltanto Will ti presento Will ma tutti usciranno in una nuova veste grafica, editi come sempre da Rizzoli.
Forse sarò di parte ma non condivido la scelta di illustrare Colpa delle stelle con la locandina del film, è una manovra pubblicitaria questo sì ma sono contenta di aver sborsato quei € 16 per la precedente edizione cartacea :D
Segnatevi questa data: 11 giugno 2014 e lasciatemi una copia degli altri tre per favore.


Colpa delle stelle
Prima pubblicazione italiana: 2012
Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Cercando Alaska
Prima pubblicazione italiana: 2009
Miles Halter, sedici anni, colto e introverso, comincia a frequentare un'esclusiva prep school dell'Alabama. Qui lega subito con Chip, povero e brillantissimo, ammesso alla scuola grazie a una borsa di studio, e con Alaska Young, divertente, sexy, attraente, avventurosa studentessa di cui tutti sono innamorati. Insieme bevono, fumano, stanno svegli la notte e inventano scherzi brillanti e complicati. Ma Miles non ci mette molto a capire che Alaska è infelice, e quando lei muore schiantandosi in auto vuole sapere perché. È stato davvero un incidente? O Alaska ha cercato la morte?


Città di carta
Prima pubblicazione italiana: 2009
Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.

Teorema Catherine
Prima pubblicazione italiana: 2009
Da quando ha l'età per essere attratto da una ragazza, Colin, ex bambino prodigio, forse genio matematico forse no, fissato con gli anagrammi, è uscito con diciannove Catherine. E tutte l'hanno piantato. Così decide di inventare un teorema che preveda l'esito di qualunque relazione amorosa. E gli eviti, se possibile, di farsi spezzare il cuore un'altra volta. Tutto questo nel corso di un'estate gloriosa, passata con l'amico Hassan, a scoprire posti nuovi, persone bizzarre di tutte le età, ragazze speciali che hanno il gran pregio di non chiamarsi Catherine.




Le nuove cover sono di vostro gusto oppure no? Io personalmente non aspettavo altro di poter avventarmi su Cercando Alaska senza timore che quella bambolina saltasse fuori dalla copertina! Buuuu!
E ora rodiamo e commuoviamoci tutti insieme con il trailer di Colpa delle stelle:

domenica 1 giugno 2014

Monthly Recap #9: Maggio

Bentornata Monthly Recap, la rubrica che si fa carico in unico post di riepilogare il mese appena concluso sul blog. Non ho scritto molto perchè mentalmente ho dormito alla grande, più che altro questo di maggio serve ad elencare quali bambini cartacei sono entrati nella mia libreria, il che non fa mai male.
I miei Monthly Recap sembrano dei confessionali, spesse volte ho parlato di me proprio in occasioni come questa. Stavolta ne approfitto in particolare per il post riguardo il matrimonio di mia cugina ed io qui a pettinare le bambole. Volevo tanto rispondere a Rowan che si è trovata nel mezzo di uno sfogo che tutto voleva essere tranne un puntare il dito contro chi 'il suo dovere già l'ha fatto', ma finivo sempre con il cancellare quanto avevo appena scritto. Anche io la prendo sul personale, mia madre a sua detta è felice, sposata da quasi trent'anni con una persona cui vuol bene quindi badare a casa e figli sono come gesti d'amore proprio perchè gli vuole bene. Ecco, per me è inconcepibile questa cosa. Certo non è una schiava perchè già si sarebbe ribellata, ma per me una vita marito-faccende domestiche-figli non rientra tra i miei ideali di vita appagante e felice. Di nuovo non punto il dito, è solo una visione diversa la mia e mi dispiace che Rowan e chissà quanti altri si siano sentiti coinvolti. Chissà, magari il fato riserverà anche a me un amore totalizzante per cui tutto verrà con naturalezza. Forse questo manca nella mia sregolatissima vita, un po' di stabilità.
Ora chiudo parentesi, aperta anche per ricordare che leggo ogni vostro commento con piacere (pietà se non sempre rispondo), e cedo la parola alla rubrica.

Recensioni
0

Tag

Altri post

Giveaway
Finalmente saldato il debito con Christy di Un buon libro non finisce mai e ricevuta la copia di L'origine della distanza di Francesca Scotti vinta a gennaio

-Un mese di libri-

Letti
I gatti di Nizamuddin di Nilanjana Roy
Storia di Irene di Erri De Luca {sospeso}

Acquisti/in regalo/in prestito
L'ultimo giorno di un condannato a morte di Victor Hugo
Sei come sei di Melania Mazzucco
Bella tutta! I miei grassi giorni felici di Elena Guerrini
Come lupi tra le pecore di Davide Maspero e Max Ribaric, edizione speciale numerata limitata a 199 esemplari (il mio è il n° 26). Già preventivato che per leggerlo devo comprare una seconda copia normale al 'piccolissimo' prezzo di € 22 (online 18,70) ma voi potete capirmi vero?
Fairy Love di Cyn Balog
La prima sorsata di birra e altri piccoli piaceri della vita di Philippe Delerm

In wishlist
Il valletto di De Sade di Nikolaj Frobenius
Scrittura cuneiforme. Appunti di Aga Akbar di Kader Abdolah ✓
Se all'inferno cantano gli uccelli di Horace "Jim" Greasley
Lo straordinario viaggio di Edward Tulane di Kate DiCamillo ✓
La vita, intanto di Carmen Amoraga
Il gatto meccanico di Torey L. Hayden

Miglior lettura


Spazio note
Perdonate il Caps Lock ma questo è un grido disperato: RIVOGLIO L'EBOOK ç_ç grazie a lui leggevo tantissimo e non impiegavo due settimane per finire un romanzo. Meglio non pensarci troppo, tra quelli che ho e che continuo a scaricare non mi bastano due vite per leggerli tutti.
Tornando a noi, è un po' di tempo che mi scervello se aprire un account Twitter del blog oppure tenere solo il mio personale. Fatemi sapere cosa ne pensate se volete.
Bene è tutto, auto-augurandomi di risvegliarmi presto da questo torpore, buon mese a tutti!